Cerca

Ostruzione uretrale

ostruzione uretrale

Un’ostruzione ureterale (o stenosi uretrale) è un blocco in uno o entrambi i tubi (ureteri) che trasportano l’urina dai reni alla vescica. Il blocco in questione può essere sia totale che parziale.

In generale, si può parlare anche di ostruzione cervico uretrale per indicare tutte le ostruzioni della vie urinarie.

I casi di uretra chiusa non sono rari e, anche se fastidiosi, possono essere curati senza troppi affanni.

Bisogna fare attenzione a trattare i casi di uretra ostruita. I suoi sintomi, infatti, possono passare velocemente da lievi (dolore, febbre e infezione) a gravi (perdita della funzionalità renale, sepsi e morte).

Ostruzione cervico uretrale sintomi

Non sempre la stenosi uretrale presenta chiari sintomi. Quando presenti, questi segnali dipendono da diversi fattori:

  • dove si verifica l’ostruzione
  • se è parziale o completa
  • la velocità con cui si sviluppa
  • se colpisce uno o entrambi i reni

I sintomi di un’ostruzione uretrale maschile potrebbero essere:

  • Dolore
  • Cambiamenti nella quantità di urina prodotta 
  • Difficoltà a urinare
  • Sangue nelle urine
  • Infezioni del tratto urinario
  • Alta pressione sanguigna (ipertensione)

Ostruzione uretrale cause

Come detto in precedenza, esistono diverse tipologie di stenosi dell’uretra. Ognuna di queste ha una causa diversa, alcune delle quali presenti alla nascita. Se pensi di poter avere un restringimento uretrale, queste sono le possibili cause.

Un secondo uretere (duplicato)

Questa condizione congenita abbastanza comune provoca la formazione di due ureteri sullo stesso rene. Il secondo uretere può essere completamente o solo parzialmente sviluppato. Se uno degli ureteri non funziona correttamente, l’urina può risalire nel rene e causare danni.

Un blocco (ostruzione)

Quando un blocco si verifica vicino alla vescica o al rene potrebbe impedire all’urina di passare. Se il blocco avviene vicino al rene (giunzione ureteropelvica), l’organo può subire un rigonfiamento e con il tempo potrebbe smettere di funzionare.

Questa condizione può essere congenita o svilupparsi con la tipica crescita infantile, derivare da una lesione o da una cicatrice o, in rari casi, svilupparsi da un tumore.

Al contrario, un blocco nel punto d’incontro tra l’uretere e la vescica (giunzione ureterovescicale) può causare il ritorno dell’urina nei reni.

Ureterocele

Se un uretere è troppo stretto e non consente il flusso completo dell’urina, può svilupparsi un piccolo rigonfiamento (ureterocele). Quando questo si sviluppa, di solito è nella sezione dell’uretere più vicina alla vescica. Ciò può bloccare il flusso di urina e causarne il ritorno nei reni, che rischiano diversi danni.

Fibrosi retroperitoneale

Questo raro disturbo si verifica quando il tessuto fibroso cresce nell’area dietro l’addome. Le fibre possono crescere a causa di tumori o dall’assunzione di alcuni medicinali usati per trattare l’emicrania. Le fibre circondano e bloccano gli ureteri, provocando il ritorno dell’urina nei reni.

Altre possibili cause di ostruzione uretrale

Ci sono altre diverse cause interne (intrinseche) o esterne (estrinseche) che possono portare a casi di uretra stretta, tra cui:

  • Calcoli renali.
  • Tumori cancerosi e non cancerosi.
  • Coaguli di sangue.
  • Linfonodi ingrossati.
  • Crescita dei tessuti interni, come l’endometriosi nelle femmine.
  • Gonfiore a lungo termine della parete dell’uretere, per malattie come la tubercolosi

Ostruzione uretrale maschile rimedi

La stenosi uretrale si può curare.

Come detto, si tratta di una condizione comune che può affliggere diverse persone. Per questo, esistono molti modi per farlo. Il trattamento potrebbe dipendere dal tipo e dai sintomi di stenosi uretrale. Di conseguenza, la cura proposta può cambiare a seconda dalle dimensioni e dalla gravità dei segnali dati dalla condizione.

Nei casi ancora più gravi e ricorrenti di ostruzione uretrale, sono presenti delle soluzioni alternative, anche se piuttosto invasive, come ad esempio l’uretrostomia perineale.

Le cure per una stenosi uretrale, nello specifico, sono le seguenti.

Cateterismo

Il primo passo per trattare un’ostruzione uretrale, spesso, è l’inserimento di un piccolo tubo chiamato catetere nella vescica.

Nei casi di stenosi breve, una soluzione potrebbe essere l’autocateterismo.

Allargamento, chiamato dilatazione

Questo trattamento inizia con un minuscolo filo inserito attraverso l’uretra e nella vescica. Dilatatori sempre più grandi passano sopra il filo per aumentare gradualmente le dimensioni dell’apertura dell’uretra.

Questa procedura ambulatoriale è una delle soluzioni preferite nei casi di stenosi uretrali ricorrenti.

Uretroplastica

L’operazione prevede la rimozione o l’allargamento chirurgico della sezione ristretta dell’uretra.

Il trattamento potrebbe anche comportare la ricostruzione dei tessuti attorno all’uretra. Inoltre, i tessuti provenienti da altre aree del corpo possono essere utilizzati come innesti durante il processo.

Di solito si tratta di una soluzione quasi definitiva: la possibilità che si ripresenti un uretere ostruito è bassa.

Uretrotomia endoscopica

Questa procedura utilizza il cistoscopio, uno strumento sottile, simile a un tubo, dotato di una lente.

Il cistoscopio ha il compito di entrare nell’uretra. Quindi, uno strumento viene inserito al suo interno per rimuovere la stenosi o trattarla con un laser.

Questa procedura chirurgica ha un recupero più rapido rispetto ad altre. Non lascia molte cicatrici e il rischio di infezione è basso. Tuttavia, è possibile che la stenosi uretrale si ripresenti.

Stent impiantato o catetere a lungo termine

Si tratta di una cura raramente utilizzata. Tuttavia, potrebbe essere indicata per le persone con gravi stenosi che non desiderano un intervento chirurgico.

Un tubo, chiamato stent, viene inserito nell’uretra per mantenerla aperta. C’è anche la possibilità di utilizzare un catetere permanente per drenare la vescica.

Ci sembra opportuno ricordarvi che con queste procedure si potrebbe incorrere in un rischio di irritazione della vescica, disagio e infezioni del tratto urinario. Nel caso vogliate sottoporvi a questo intervento, bisogna che osserviate con attenzione anche questi possibili sintomi.

Stenosi uretrale cura farmacologica

Non esiste una terapia esclusivamente farmacologica per curare la stenosi dell’uretra. Tuttavia, gli antibiotici possono essere un aiuto importante per curare possibili infezioni a seguito di una cura da stenosi urinaria.

Se sei curioso di conoscere un’altra possibile complicazione della vescica, consulta il nostro articolo sul diverticolo vescicale.

Per conoscere altre condizioni pericolose per le vie urinarie, controlla se c’è qualcosa che fa al caso tuo tramite il blog del Dottor Altieri.

Dott. Vincenzo Maria Altieri
Dott. Vincenzo Maria Altieri

Il Dott. Vincenzo Maria Altieri, Urologo-Andrologo, svolge la sua attività in Lombardia, principalmente nella provincia di Bergamo.

Questa lettura è stata utile? Condividila!
Prenota una visita

    Selezionare la sede